fbpx
Top

Cuba

Cuba

In questa guida turistica di Cuba, scoprirete che Cuba emana fascino da qualunque punto di vista la si guardi.

Potete soffermarvi sulle suggestive architetture coloniali, oppure crogiolarvi al sole sulle sue spiagge caraibiche, o ancora farvi travolgere dagli sfrenati ritmi afro-cubani, mentre sorseggiate rum e fumate un sigaro. In ogni caso Cuba vi pervaderà con la sua allegria e positività.

Sport e avventure

Cuba è una destinazione fantastica per chi ama gli sport acquatici, ma non solo.

Qui vi presentiamo le attività sportive che secondo noi sono assolutamente da provare.

Nella pagina Sport trovate le schede tecniche delle attività sportive e se volete ricevere degli itinerari personalizzati che includano queste attività, scriveteci. Vi prepareremo un programma di viaggio in loco che rispecchi i vostri desideri e la vostra preparazione fisica.

 

Immersioni: uno dei maggiori punti di riferimento mondiali per le immersioni, con immense barriere coralline e un’ampia biodiversità, condizioni dell’acqua perfette: acque tranquille, calde e cristalline, con una visibilità di 30 o 40 metri e una temperatura tra i 24 e 29 °C.

Le zone di immersione più conosciute sono:

Jardines de la Reina – Camagüey (Giardini della Regina): arcipelago di oltre 250 isolotti in cui abbondano barriere coralline e mangrovie. In queste acque cristalline potrai ammirare soprattutto tartarughe e squali.

Isla de la Juventud – Cayo Largo: in questo arcipelago si può scegliere tra innumerevoli punti di immersione e alcune spiagge pazzesche, come la Playa Sirena o la Playa de Bibijagua.

María la Gorda: in questa zona di immersione si trova la barriera di corallo nero più estesa del mondo, una catena montagnosa di corallo nella quale vive una gran diversità di animali marini.

Escursionismo: la meravigliosa natura di Cuba, la rende appetibile anche per escursioni. Nei suoi 14 parchi nazionali e più di 25 riserve ecologiche ci sono sentieri per tutti i livelli di escursionismo, sport e avventure.

Le zone più importanti per fare delle gran belle scarpinate sono:

Sierra Maestra: una catena montuosa in cui ammirare le maggiori vette del paese, tra cui Pico Turquino, Pico Cuba, Suecia, o visitare la Gran Piedra, la roccia più grande del mondo.

Pinar del Río: qui si trovano alcuni tra i sentieri più importanti del Paese dove si può visitare il Giardino Botanico di Soroa o il Parco Nazionale di Valle di Viñales.

Topes de Collantes (Sancti Spíritus): in questo parco camminerai in mezzo a pini, carrubi e antichi cedri centenari.

Surf: Cuba non offre grandi onde ma ci sono frangenti interessanti sulla costa nord, come Brisas del Mar e Mégano o nell’estremità orientale dell’isola, dove il flusso di onde si unisce con le grandi tormente tropicali del Mare dei Caraibi che proporzionano onde di terra, ad esempio Yumurí, a 30 Km ad est di Barbacoa, che offre “onde di destra”. Altri luoghi sono il Capo di San Antonio, Gibara, Playa Mar Verde, La Setenta, Playas del Este, Sun Beach e Cayo Coco.

Kitesurf: per questo sport Cuba è tra le mete migliori, grazie a condizioni climatiche perfette, soprattutto tra ottobre e marzo. Sulle coste nel nord, a Santa María del Mar, Varadero, Cayo Guillermo e Cayo Coco, il vento da est-nordest è presente tutto l’anno.

Diving

Immersioni per vedere tartarughe e squali

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potreste vivere in questa destinazione:

  • Visitare la Cueva del Indio a Vinales de Cuba: dopo aver percorso un centinaio di metri si sbuca su un molo dove è attraccata una imbarcazione con il suo nocchiero che traghetta sulle acque della gola. Durante il tragitto si possono ammirare stalagmiti, fossili di utensili di popolazioni precolombiane rimasti intrappolati qui.
  • Addentrarsi nella Cueva de Santo Tomás: un “condominio” di grotte carsiche. Qui si può anche ammirare la cintura dei Mogotes, colline che sembra siano state posate da Atlante in persona, che hanno una forma particolare grazie agli scavi dell’acqua dal sottosuolo e ad altri agenti atmosferici.
  • Alloggiare in una casas particulares (casa particolare): il tipico alloggio locale, gestito da persone del posto, dove potrai vivere a stretto contatto con loro e vivere il tuo viaggio al ritmo cubano autentico.
  • Visitare La Habana con un’auto storica: che si scelga una Ford Thunderbird, una Fairlane, una Oldsmobile o una Chevrolet Bel Air, giusto per citarne qualcuna, il fascino di guidare un’auto storica degli anni 50 è impagabile.
  • Visitare un allevamento di coccodrilli: nel Criadero Cocodrilo vivono più di 500 esemplari di tutte le specie e funge da centro per la riproduzione. Dopo il 7° anno e quando raggiungono la lunghezza di circa un metro, i coccodrilli vengono rilasciati nel loro ambiente naturale.
  • Visitare un centro di allevamento per tartarughe marine: questo centro si occupa della tutela delle specie più rare e in pericolo di estinzione di Cuba.
  • Degustare un ottimo caffè: la Casa Museo del Café si trova in montagna e coltiva una miscela aromatica che si chiama Cristal Mountain. Più avanti si trova il Jardín de Variedades del Café, un breve sentiero che si snoda tra 25 diverse varietà di piante di caffè.
  • Bere un cocktail nella Bodeguita del Medio a La Habana, il locale dove Ernest Hemingway amava bere il suo mojito.
  • Visitare la Fabbrica Partagas, una delle più rinomate fabbriche di sigari di tutta Cuba: in questo edificio in stile coloniale si producono alcune fra le marche di sigari cubani più apprezzate del mondo.
Cocktail

Bere un cocktail nella Bodeguita del Medio

Cosa vedere

Cuba offre un lungo elenco di luoghi che vale assolutamente la pena visitare. Eccone alcuni:

  • L’Avana/Habana: la capitale di Cuba si divide in tre zone: la più antica è la Habana Vieja, famosa per i suoi edifici coloniali e le sue fortificazioni, Patrimonio Unesco; il Centro Habana, centro storico con i principali monumenti della città; il quartiere di El Vedado, la parte moderna, con banche, lussuosi alberghi e locali esclusivi. La piazza più famosa dell’Avana è Piazza della Cattedrale, che prende il nome dalla Catedral de La Habana. In questa chiesa sono stati conservati per tutto il 1800 i resti di Cristoforo Colombo.
  • Santiago de Cuba: caratterizzata da un vivace spirito cosmopolita con tratti sia africani sia caraibici, è la capitale culturale di Cuba e ha sempre giocato un ruolo fondamentale nell’evoluzione della letteratura, della musica, dell’architettura, della politica e del mix etnologico del paese. Inoltre è una delle città più vecchie dell’isola, famosa per le sue fortificazioni. Da non perdere il Castillo del Morro, una fortezza costruita su una collina che proteggeva l’isola dai pirati. Qui ogni sera, soldati in uniforme d’epoca sparano un colpo dalla batteria composta da dodici cannoni, ciascuno chiamato col nome di un apostolo.
  • Varadero, sulla sinuosa penisola di Hicacos, è una delle più grandi località balneari di tutti i Caraibi e una delle più importanti destinazioni di Cuba da punto di vista turistico. Qui troverete hotel, negozi, banche, attività acquatiche e intrattenimento a bordo piscina. La sua maggiore attrazione è la spiaggia: una striscia ininterrotta di 20 km di sabbia bionda, una delle più belle di tutta la regione caraibica.
  • Guantánamo: è una fantastica terra tra le montagne ricca di vegetazione. Nella sua baia è ancora attiva la famosa base navale statunitense. Ma lontano dalla base, troviamo valli isolate, coste selvagge, la Cuba più misteriosa ed esoterica. Qui potete assistere a riti religiosi afrocubani semisconosciuti dell’antica cultura taíno.
  • Trinidad: un insediamento coloniale patrimonio Unesco perfettamente conservato, non solo dal punto di vista storico e architettonico (sontuosi palazzi coloniali adorni di affreschi di scuola italiana, porcellane Wedgwood e lampadari francesi), ma anche da quello della vita quotidiana, scandita dalle grida di uomini che vendono il pane in strada, o dal rumore degli zoccoli dei cavalli.
Avana

L'Avana

Cosa mangiare

La cucina cubana rappresenta una perfetta sintesi tra tradizioni africane e spagnole.

Si usa molto la frutta, soprattutto avocado, banane e mango, anche nei piatti salati.

I piatti principali sono sia a base di carne che di pesce.

Piatti assolutamente da non perdere della cucina creolla, come è definita la buona tavola cubana, sono i gamberi in salsa di pomodoro e la carne con palitos, un preparato con carne di manzo a pezzetti rosolata con alcune spezie, alla quale poi vengono aggiunte banane tagliate a rondelle;

Il piatto nazionale cubano è l’ajiaca, una minestra con patate, mais, banane, carne di pollo e carne di manzo.

Food

Un piatto di Gamberi al pomodoro

Quando andare

Cuba è meravigliosa tutto l’anno, grazie al suo clima tropiacle.

Il periodo migliore in assoluto va da dicembre ad aprile, poiché da maggio a ottobre c’è la stagione più calda e piovosa. Luglio e agosto, invece, sono i mesi in cui le spiagge sono più affollate anche dai cubani.

Cosa mettere in valigia

Naturalmente cosa mettere in valigia per un viaggio a Cuba dipende da quali attività farete e, soprattutto, dal periodo in cui ci andrete.

Di seguito vi diamo solo qualche indicazione su cosa non deve assolutamente mancare.

Per un clima tropicale mite come quello di Cuba, dove tutto l’anno fa caldo, in valigia non possono mancare abiti leggeri, di lino o cotone.

Portate anche abiti un pochino più eleganti per l’ingresso in alcuni teatri e ristoranti.

Informazioni pratiche

Continente: America Centrale

CapitaleL’Avana (o La Habana)

Lingua: spagnolo

MonetaPeso Cubano Convertibile – CUC – CUC$ (L’uso della moneta locale, il Peso Cubano – CUP, è vietato agli stranieri)

Corrente e presela presa di corrente è di tipo A. Generalmente l’elettricità è di 110V/60 Hz, anche se in alcuni hotel si trova anche la 220V e prese di corrente a due contatti cilindrici di tipo europeo (tipo C).

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Consigli

Rum e sigari sono i prodotti tipici di Cuba, ma andare nell’isola dove è nato il mojito senza sorseggiarne uno sarebbe un’eresia.

4