fbpx
Top

Peru’

Perù

In questa guida turistica del Perù scoprirai una meta fantastica location spettacolari dove praticare sport, esperienze uniche e una natura meravigliosa.

Il Perù è un Paese multiculturale, ricco di tradizioni, con una gastronomia molto gustosa e vaste riserve naturali e custodisce 12 tesori Patrimonio Unesco.

Il Perù si trova nella parte occidentale dell’America del Sud e confina con Ecuador, Colombia, Brasile, Bolivia e Cile.

Il suo immenso territorio comprende tre regioni: Costa, Altopiani e Foresta.

Sport e avventure

Qui ti presentiamo le attività sportive che secondo noi sono assolutamente da provare in Perù.

Nella pagina Sport trovi le schede tecniche delle attività sportive.

Lasciati ispirare e poi contattaci per disegnare il tuo itinerario personalizzato. Ti prepareremo un programma di viaggio in loco che rispecchi i tuoi desideri e la tua voglia di avventura.

Qui puoi praticare attività sportive mentre scopri città imperiali, o comunque immerso in incredibili zone archeologiche o naturalistiche.

 

Mountain-bike: per scoprire i dintorni della Città Imperiale di Cusco tra Maras e Moray.

Kayak e canoa sul grandioso fiume Urubamba.

Trekking: in mezzo ai siti archeologici o nei parchi naturali per ammirare flora e fauna, in particolare il condor al Canyon del Colca. Oppure sulle cordigliere, la Nera e la Bianca.

Arrampicata: sempre sulla cordigliera ci sono tantissimi spot dove divertirsi ad arrampicare.

Surf e Windsurf: alle Isole Ballestas e a La Libertad, dove l’onda da sinistra più lunga del mondo seduce i surfisti professionisti.

Sandboarding tra le dune che circondano la laguna di Huacachina.

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potresti vivere in questa destinazione:

Soggiornare presso le comunità del Lago Titicaca: visitare le comunità che abitano sulle isole e sulle sponde del lago Titicaca significa fare un tuffo nel passato ed ascoltare straordinarie storie che provengono dai confini del tempo, prendere parte a quegli antichi usi e costumi che si tramandano di padre in figlio e che sono tuttora mantenuti in vita. Parteciperai al lavoro nei campi e ai rituali andini, imparerai a fare il formaggio e cucinare la quinoa; sono solo alcune delle incredibili esperienze che renderanno il tuo viaggio indimenticabile.

 

Degustazione di vini nella regione vitivinicola di Ica, la città del sole eterno ed il centro di rinomate cantine.

 

Sorvolo delle linee di Nasca – Ica: dal cielo si possono distinguere chiaramente il Colibrì, la Scimmia, l’Uccello Fragata, l’Uccello Gigante e il Ragno.

Questi geoglifi, formati da una sola linea continua, che talvolta arrivano a misurare fino a 300 metri, aspettano ancora che venga scoperto il significato dei loro messaggi.

 

Avvistamento di specie protette come leoni marini, pinguini di Humboldt, fenicotteri ed altri nella Riserva Nazionale di Paracas.

 

Esplorazione della foresta amazzonica: l’impressionante fortezza di Kuélap, i sorprendenti sarcofagi di Karajía e l’imponente cascata di Gocta sono solo alcuni dei suoi tesori. L’Amazzonia, la regione dei boschi nebbiosi, habitat di orchidee, orsi dagli occhiali, galletti di roccia andini e del meraviglioso colibrì coda a spatola.

Un bagno nelle acque termali a Arequipa: questa zona è caratterizzata dalla presenza di vulcani. Immagina di immergerti nelle calde acque termali godendo del panorama delle verdi montagne le cui vette sono coronate da nevi perenni!

 

Visitare le Riserve nazionali di Pacaya Samiria e Allpahuayo Mishana veri e propri santuari naturali, navigando sul Rio delle Amazzoni mentre i delfini rosa saltano intorno alla barca.

 

Visitare Madre de Dios: ospita il Parco Nazionale del Manu, la Riserva Nazionale Tambopata e il Parco Nazionale Bahuaja-Sonene.

 

Esperienze enogastronomiche: immaginate come sarebbe visitare un mercato locale, comprare i prodotti migliori e preparare il famoso ceviche in compagnia di un famoso chef? O, imparare a preparare deliziosi piatti peruviani con ingredienti tipici del luogo come l’aguaje, il camucamu, o la cocona nelle cucine di uno chef famoso in tutto il mondo? Oppure, ancora, fare un tour in bicicletta tra i migliori bar e “huariques” (osterie) della città dove la cucina peruviana è protagonista?

Cosa vedere

Il Perù presenta tantissime zone naturalistiche, ma anche città bellissime e zone archeologiche da non perdere. Eccone alcune:

Arequipa: nel centro storico troverai più di 500 edifici in stile coloniale, circondate dalle sue famose “picanterie”, dove mortai e pentole di coccio gareggiano per regalare agli avventori il miglior “rocoto” (tipo di peperone piccante) ripieno, la zuppa di gamberoni o un’indimenticabile “ocopa” (salsa a base di peperoncino tipico della zona).

Ti consiglio di visitarlo la sera, quando la Cattedrale si illumina e tratteggia di luce una delle Plazas de Armas più belle del Perù.

 

Cusco: la città di Cusco è stata testimone dell’arrivo degli spagnoli e tutt’oggi conserva quella magia ancestrale che ammalia i mille visitatori, che possono sentirsi parte di questa storia ancora viva.  Cusco, dichiarata la capitale storica del Perù, è chiamata “l’ombelico del mondo”.

 

Chan Chan: un’impressionante cittadella di argilla, dichiarata dall’ UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. Raggruppa dieci cittadelle recintate caratterizzate da strette stradine che portano ad ampie piazze, terrazze e piramidi tronche, che mettono in mostra la magnificenza delle tecniche architettoniche dei Chimú.

 

Lima: è una vasta metropoli che si estende lungo alte scogliere. È un insieme caotico di alti condomini, templi precolombiani, ingorghi del traffico e cavalloni del Pacifico. Ma è anche una città dalla storia millenaria, dove le solenni processioni religiose che risalgono al XVIII secolo sono ancora molto sentite. Pullula di musei, gallerie d’arte e locali notturni. E poi c’è la deliziosa cucina, una vera e propria rivoluzione gastronomica iniziata più di 400 anni fa.

 

Machu Picchu: santuario storico sulla cima di una montagna in mezzo a un bosco tropicale. È un luogo magico non solo per la sua sensazionale bellezza architettonica risalente all’Impero Inca, ma anche per la sua importante eredità storico-culturale. Questa cittadella è formata da templi, palazzi, terrazze, monumenti, complessi e muraglie, oltre a canali d’acqua.

Cosa mangiare

La cucina peruviana è caratterizzata dalla contaminazione di vari Paesi che ha creato una tradizione culinaria unica e una tra le più varie, gustose e deliziose cucine al mondo.

I suoi piatti sono a base di pesce, carne e verdura e, come in altre cucine di questa zona del mondo, il peperoncino è una delle spezie più utilizzate per condire ed insaporire le pietanze.

 

Ecco alcuni dei piatti tradizionali peruviani:

 

Ceviche: pare che risalga all’epoca precolombiana ed è composto da pesce o frutti di mare crudi marinati in succo di lime e spezie, come coriandolo e peperoncino.

In alcuni casi questo piatto è accompagnato da cipolla rossa, sedano ed erbe.

 

Anticucho: si tratta di bocconcini di manzo o pollo e fettine di cuore di mucca infilzati in bastoncini di bambù e cotti alla brace o in tegame. Si accompagnano con patate lesse e mais.

 

Papa alla huancaìna: patate lesse ricoperte con una deliziosa e vellutata salsa a base di peperoncini gialli, latte, olio, formaggio fresco, aglio e cipolla. In aggiunta si possono trovare uova sode a fettine e olive nere.

 

Tamal criollo: grandi involtini di pasta di mais ripieni ed avvolti in foglie di mais, banana, avocado o agave, poi cotti in acqua calda oppure al vapore.

Posso essere ripieni di carne di manzo, di maiale o pollo, oppure di arachidi o olive o uova sode. Qui il coriandolo, non può mancare.

 

Ajì de gallina: pollo lessato con sedano, carote, cipolle e olio. La carne viene poi sfilacciata e saltata in padella con una salsa a base di peperoncini gialli, un po’ di brodo e del pane raffermo fatto rinvenire nel latte. Alla fine vengono aggiunte noci tritate, patate lesse e lattuga.

 

Picante de cuy: questo piatto è a base di carne di roditore che viene grigliata dopo essere stata marinata con molto aglio, pepe, sale, cumino, peperoncino. Viene poi insaporito col brodo e servito con contorno di patate bollite.

 

Tacu tacu: frittelle di riso bianco cotto e fagioli frullati farcite con uova. Vengono rosolate in padella con olio, aglio e peperoncino fino a formare una crosticina croccante.

 

Manà: dolce realizzato con tuorli d’uovo, latte in polvere e zucchero a velo. L’impasto viene cotto in pentole dalle pareti alte, per essere poi modellato e lasciato raffreddare in frigorifero.

 

Peruvian Sandwiches: i panini peruviani sono imperdibili. Tra le varianti più famose c’è il Butifarra, a base di carne di maiale insaporita con peperoncino giallo e cipolla e accompagnata da una crema di avocado.

 

Picarones: è un dolce composto da piccole frittelle di patate dolci e zucca, cotti in acqua aromatizzata da cannella, anice, chiodi di garofano. Dopo la cottura in olio caldo vengono cosparse di miele.

Quando andare

Qual è il periodo migliore per visitare il Perù?

 

La presenza della Cordigliera delle Ande e la sua geografia frastagliata rendono il Perù un Paese dalla grande diversità climatica. Quindi la risposta è: dipende dalla zona.

Costa

Da Tacna a Piura: clima temperato. Caldo moderato, con alti livelli di umidità e dense nebbie in inverno. In estate c’è poca nebbia e la temperatura raggiunge i 30 °C.

Da Piura a Tumbes: clima caldo, molto secco. Forti piogge da dicembre ad aprile, soprattutto nelle zone più alte. Temperatura media: 24 °C.

 

Altopiano

L’altopiano ha due stagioni: estate (aprile – ottobre), con giornate soleggiate, notti fredde e poca pioggia (il periodo ideale per visitarlo); e inverno (novembre – marzo), con abbondanti piogge. Durante il giorno, la temperatura raggiunge i 24 °C e di notte arriva fino a -3 °C.

 

Foresta

Come l’altopiano, la foresta ha due stagioni marcate: stagione delle piogge (novembre marzo), con precipitazioni abbondanti; stagione di poca pioggia (aprile – ottobre) ideale per visitarle. Il livello di umidità è molto alto durante tutto l’anno. Tra maggio e agosto sono possibili eventuali “friajes” o “surazos”, dei venti freddi provenienti dal sud estremo del continente con cui la temperatura si abbassa fino agli 8°-12°C.

Cosa mettere in valigia

Naturalmente cosa mettere in valigia per un viaggio in Perù dipende da quali attività farai e, soprattutto, dal periodo in cui andrai.

Di seguito ti diamo solo qualche indicazione su cosa non deve assolutamente mancare.

Consigliamo in generale un abbigliamento pratico, sportivo e informale.

In base alla stagione e alla zona che si andrà a visitare si consigli abbigliamento caldo o leggero, estivo.

In ogni caso portare sempre un giubbino per la sera e un impermeabile.

Informazioni pratiche

Continente: America Meridionale

Capitale: Lima

Lingua: lo spagnolo è la lingua ufficiale. Tuttavia, nel Paese si parlano 47 lingue autoctone, inclusi quechua e aymara.

Moneta: Nuevo Sol peruviano – PEN – S/

Il dollaro americano viene accettato in un gran numero di esercizi commerciali, ristoranti, hotel e stazioni di servizio. È possibile cambiare la valuta estera presso le banche e i cambiavalute (“casa de cambios”). Esistono inoltre dei cambiavalute ambulanti, presso i quali però la correttezza della transazione non può essere garantita.

Corrente e prese: 220 Volt/60 Hz. Le prese sono di tipo A (presa americana a due uscite parallele di tipo lamellare sottili) e C (europea a due poli utilizzata talvolta anche in Italia).

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Consigli

Il Perù è in assoluto uno dei Paesi maggiori produttori di lana di alpaca in tutto il mondo. Potrai trovare scialli, poncho e maglioni di lana di alpaca ovunque.

Ti piace questa destinazione?

CONTATTACI PER DISEGNARE IL TUO VIAGGIO AVVENTURA E SPORTIVO PERSONALIZZATO

Lasciati ispirare da un esempio di viaggio su misura

oppure

unisciti ad un viaggio di gruppo organizzato da uno dei nostri Tour Operator Partner

Viaggi personalizzati Peru

4