fbpx
Top

Colombia

Un viaggio avventura in Colombia è l’ideale per chi ama la natura e gli sport estivi.

La Colombia è uno Stato del Sud America ed è caratterizzato da zone molto verdi (foresta Amazzonica), pianure, montagne e mare con ben due coste (Oceano Pacifico e Mar dei Caraibi).

Sport e avventure

Ecco quali sono le attività sportive e le avventure che ti consigliamo di provare in questa destinazione.

Per maggiori dettagli sugli sport clicca qui.

  • La Colombia non è famosa per il surf, ma ci sono molti spot degni di nota sia sulle coste del Pacifico (Juanchaco, Cabo Corrientes) che su quelle caraibiche (Playa Guachalito, Pradomar)
  • Invece, è il posto ideale per le immersioni, sia per principianti che per esperti, perchè ospita alcuni dei luoghi più spettacolari in cui immergersi in tutto il mondo, come l’isola di Malpelo, dove fare immersioni con gli squali martello e con le balene; Providencia, la terza barriera corallina più grande al mondo, Riserva della Biosferadell’Unesco, e dove sono presenti numerosi relitti di navi, oltre che una statua di Poseidone; Capurgana, piuttosto difficile da raggiungere e per questo rimasta molto selvaggia e incontaminata.
  • Rafting e hydrospeed per esperti, dato che i fiumi sono classificati anche di IV e V livello
  • Divertentissimo il Canyoning alle cascate Juan Curi, che includono anche zipline e calate sotto la cascata
  • Per chi vuole stare a strettissimo contatto con la natura il trekking è una delle soluzioni ideali, per esempio nella Ciudad Perdida o nella Foresta Amazzonica
  • Anche per gli amanti della speleologia ce n’è per tutti i gusti, con grotte asciutte, altre piene d’acqua, con scivoli di fango e pertugi dove entrare calandosi
  • In mountain bike si possono organizzare anche tour di più giorni nei vari parchi del Paese
  • Parapendio, nel Parco Nazionale Chicamocha per godere dello splendido panorama

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potreste vivere in questa destinazione:

  • Fate una seduta spirituale con gli sciamani. Non sempre riuscirete perché la conferma dello sciamano dipende dal suo stato d’animo del momento, ma ne vale la pena
  • Tour del caffè e del cacao nelle finca, con raccolta e degustazione. In alcune è possibile fare escursioni in jeep all’interno delle finca e nel territorio circostante per vedere, tra le altre cose, le palme di cera, alberi che possono raggiungere altezze anche di 60 metri, oppure fare il bagno sotto le cascate in acque termali
  • Salire i 650 gradini in legno e cemento per arrivare in cima alla Piedra del Peñol (El Peñón de Guatapé), un monolite risalente a migliaia di anni fa

Cosa vedere

A integrazione di sport e avventure citate sopra, la Colombia offre meravigliosi luoghi che vale assolutamente la pena visitare, tra cui:

  • Bogotà: i suoi parchi, il Centro Gabriel Garcia Marquez, Plaza de Bolivar, Cerro Monserrate, Museo dell’oro, Mirador, Jardin Botanico, Salto de Tequendama, il mercato;
  • Zipaquirà: da non perdere per la cattedrale di sale sotterranea;
  • Villa de Leyva: città coloniale perfettamente conservata;
  • Medellìn: città moderna, all’avanguardia, che si sviluppa su diversi promontori. Prendete la metrocable, una funivia sospesa tra i tetti delle case per ammirarla dall’alto ma anche provare l’esperienza
  • Circuito archeologico da Silvia a Neiva
  • Santa Cruz de Mompox: una cittadina coloniale che si trova sull’Isola Margarita. Una destinazione poco turistica, conosciuta per la produzione di sedie a dondolo e gioielli in filigrana
  • Cartagena: una cittadina molto curata, dove il turismo di massa non è ancora arrivato e dove è possibile coniugare storia, movida e relax al mare

Natura

  • Parque Nacional Natural Sierra de la Macarena: immergetevi nelle sgargianti acque del Caño Cristales, chiamato anche Fiume dei cinque colori o Arcobaleno Liquido grazie a un’alga che cresce sul letto del fiume tra luglio e novembre.
  • Amazzonia: all’interno della foresta visitate la Isla de los Micos, il Lago Tarapoto, Puerto Nariño, la Riserva Naturale Marasha, la Riserva Naturale Calanoa, le tribù locali.
  • Giungla sulla costa del Pacifico: termina su lunghe spiagge di sabbia bianca, siolate, silenziose e tranquille.
  • La zona Riohacha è ancora molto selvaggia e dà l’opportunità di vivere una natura autentica

Enogastronomia

Cosa si mangia e si beve in questo Paese?

La Colombia ha una tradizione culinaria che deriva da un mix di influenze indigene e spagnole rielaborate con ricette arabe e africane, ma con un’identità comune forte e inconfondibile.

Sulla tavola dei colombiani troviamo di tutto: carne, pesce, riso, frutta, …

Ecco alcuni dei piatti tipici colombiani da non perdere durante il vostro viaggio:

  • Rondon de San Andrés: tipico dell’isola caraibica di San Andrés, è un piatto a base di coda di maiale con l’aggiunta di un filetto di pesce, lumache d’acqua, la yucae il ñame (due tuberi simili alla patata, ma dalla forma allungata, quasi come una grande carota) e il platano bollito (una banana grossa e verde, che si può consumare solo cotta). Questo mix viene cotto e servito in un brodo fatto con latte di cocco e abbondante pepe, e si accompagna con domplines, gustose e leggere frittelle di farina.
  • Atollado del Valle: piatto a base di riso e carne, originario dell’area della città di Cali, di cui esistono innumerevoli varianti. Una di queste prevede carne di maiale tritata o tagliata a pezzettini in diversi tagli (salsicce, dolci e piccanti, costolette, polpa), cosce di pollo, riso, piselli e l’hogao(una salsa a base di pomodoro e cipolla). Le spezie sono zafferano, cumino e coriandolo. Ovviamente platano fritto e talvolta le uova sode.
  • Ajiaco santafereño: zuppa a base di pollo e almeno tre tipi di patate (bianca, rossa e criolla – una patata gialla, piccola e rotonda), con l’aggiunta di mazorca(un pezzo di pannocchia di mais bollita) e di un’erba chiamata guasca. Viene servito in piccole cocotte di terracotta, e ultimato con una cucchiaiata di panna e una manciata di capperi. Spesso si accompagna con fette di avocado.
  • La Pepitoria Santandereana: si tratta di riso cotto in sangue di capretto e nelle sue interiora (fegato, rene, cuore e trippa). Il tutto condito con aglio, cipolla e un tuorlo d’uovo.
  • La Bandeja Paisa: è il piatto più noto e rappresentativo della cucina colombiana. Il nome deriva dal nome del piatto in cui viene servito: la bandeja, una specie di terrina bassa, come fosse un vassoio. Composta da fagioli rossi, riso, carne macinata, carne di maiale, uova, salsiccia, sanguinaccio, avocado e arepa,su foglia di banano. Si serve con mazamorra a base di latte (una zuppa fredda di mais bagnato) e un piccolo dolce a scelta tra un panetto di panela (lo zucchero integrale sudamericano) o di marmellata di guayaba, dall’alto potere energetico.

Cosa si beve:

A parte il caffè (tinto, il caffè campesino), vi consigliamo di assaggiare il canelazo, una bevanda alcolica che va bevuta calda a base di aguardiente (qualcuno preferisce il rhum), cannella e zucchero.

Quando andare

In Colombia è necessario parlare di microclimi, dati dalla diversità degli ambienti che ospita.

In generale, il clima nel Paese è caldo, con temperatura media intorno ai 24°C tutto l’anno.

Nell’area del Pacifico le precipitazioni sono abbondanti specialmente da aprile ad ottobre.

Nell’area caraibica, invece, piove più intensamente tra settembre ed ottobre.

Oltre i 1000 mt. e fino ai 2000 mt. di altitudine le temperature oscillano tra i 17 e i 24°C e il clima si fa temperato. Oltre i 2000 mt. le temperature medie si aggirano intorno ai 6-15°C, fino a scendere sotto lo zero sulle vette più alte.

Nell’area amazzonica delle foreste pluviali il clima è equatoriale e umido,le piogge sono frequenti tutto l’anno.

Nella zona più settentrionale della Colombia il clima è desertico, caratterizzato da scarse piogge e molta siccità specialmente tra dicembre ed aprile. Ma le precipitazioni aumentano di intensità soprattutto tra fine agosto e novembre quando si possono scatenare gli uragani dei Caraibi.

Il periodo migliore per un viaggio che interessi l’intero paese va da dicembre a febbraio. Si può optare anche per i mesi di marzo, luglio ed agosto sopportando qualche temporale ogni tanto.

Informazioni pratiche

Lingua: spagnolo

Moneta: Peso colombiano – COL$ – COP

Capitale: Bogotà

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Qualche consiglio

Attenzione alle altitudini: ad esempio Bogotà si trova a 2.640 mt slm

La Colombia non fa ancora per voi se siete celiaci o avete altre gravi allergie e intolleranze alimentari perché non sono ancora perfettamente attrezzati in questo senso.

Ti piace questa destinazione?

Oppure vuoi visitare questo Paese con noi in un viaggio di perlustrazione?

4