fbpx
Top

Croazia

Croazia

In questa guida turistica della Croazia, scoprirai una meta che offre un’esperienza a 360°: avventure outdoor, relax, storia, mare, entroterra…Tutto quello che serve per una vacanza completa.

La Croazia è un Paese dell’Europa orientale che s i affaccia per un lungo tratto sulla costa adriatica. Conta più di mille isole ed è attraversata dalle Alpi Dinariche.

Sport e avventure

La Croazia è diventata una delle mete più richieste per gli sport outdoor in Europa, sia dagli amanti degli sport acquatici che di altre attività outdoor.

Qui ti presentiamo le attività sportive che secondo noi sono assolutamente da provare.

Nella pagina Sport trovi le schede tecniche delle attività sportive e se vuoi ricevere itinerari personalizzati che includano queste attività, scrivici. Ti prepareremo un programma di viaggio in loco che rispecchi i tuoi desideri e la tua preparazione fisica.

Canyoning: in Croazia ci sono molti punti dove fare canyoning è decisamente divertente, perché offre molte grotte, cascate e flussi di acqua cristallina. Spalato (Split), Almissa (Omis), Fiume (Rijeka) sono solo alcuni dei luoghi più famosi per questo sport.

 

Paracadutismo: Spalato è considerata la mecca per gli appassionati di paracadutismo. Anche Zagabria (Zagreb) e Hvar sono destinazioni chiave per saltare da un aereo in caduta libera per 45 secondi sulla penisola più famosa della Croazia.

 

Rafting: goditi questa avventura sul fiume Cetina, vicino a Spalato, con una discesa di 10 km in cui avrai modo di fare diverse soste per nuotare, saltare dalle rocce, avvistare animali selvatici o fare la doccia sotto una cascata. Inoltre, avrai l’opportunità di esplorare una grotta con acqua fresca di sorgente, stalattiti e stalagmiti che entrano attraverso una cascata.

 

Immersioni: la Croazia è rinomata come una delle migliori destinazioni al mondo per l’esplorazione subacquea, grazie alle acque cristalline del Mar Adriatico e la sua ricca e variegata fauna e flora. I sub possono godere della vegetazione colorata nel Parco Nazionale di Kornati e nel suo arcipelago di 89 isole, come anche Pola (Pula) e Spalato.

 

Mountain bike: un’escursione unica in MTB è quella a Stari Grad. Sembra di fare un viaggio nel tempo nella natura tra le rovine delle città più antiche della Croazia.

 

Arrampicata: circa il 60% della Croazia è montuosa, il che la rende uno dei luoghi più interessanti in Europa per l’arrampicata, dove si trovano diverse vie, di diversi livelli tecnici. Ad esempio, puoi salire fino a 30 metri e goderti la magnifica vista della città di Almissa, del mare Adriatico e del canyon di Cetina.

 

Quad: si possono fare brevi escursioni in quad tra Signo e Spalato, ma il vero divertimento sono i viaggi in quad che vanno da 2 a 5 giorni e ti portano a scoprire il Paese dalla costa all’entroterra.

 

Escursionismo: grazie alle sue montagne, la Croazia propone diversi percorsi da fare a piedi per qualche ora fino a qualche giorno di trekking e hiking.

 

Wind-surf: nella zona di Almissa il wind-surf è una delle attività principali con cui potrai divertirti questa estate.

 

Zipline: ce ne sono ben 2, una nella zona montuosa vicino a Spalato, l’altra vicono ad Almissa, sul fiume Cetina.

 

Flyboard / Hoverboard: sull’isola di Lesina (Hvar) potete provare a stare in equilibrio sull’acqua con questo strumento super-divertente.

 

Moto d’acqua: sulla costa di Spalato non troverete niente di più divertente tra gli sport d’acqua.

 

Parasailing: puoi provarlo a Traù (Trogir).

 

Skywalk: in Croazia puoi provare anche l’ebbrezza di camminare sul tetto dello stadio Poljud e dondolarti su un’altalena all’altezza di 70 metri sopra il campo da calcio.

 

Parapendio: unica la sensazione di volare sopra i laghi di Plitvice, con quel panorama pazzesco.

 

Sci: sì, in Croazia si può perfino sciare, vicino a Fiume, sul Monte Platak.

 

Speleologia: la Croazia vive sopra un mondo di pozzi, doline e rocce che ne fa uno dei Paesi a maggiore densità carsica di quest’area. Il mondo carsico croato è noto in tutto il mondo per la profondità dei suoi pozzi, presenti in particolare sui rilievi delle Alpi Bebie (o monti Velèbiti).

 

Bungee jumping: immagina pareti rocciose a strapiombo che, a testa in giù, sembrano emergere dall’azzurro del mare, mentre tu ti immergi in quell’immagine con un salto nel vuoto dal Ponte di Maslenica (Maslenički most) il quale, con i suoi 56 metri, è il punto più alto da cui poter praticare il bungee jumping in Croazia.  Poi c’è il Ponte di Sebenico, una decina di metri più basso, il cui volo dura qualche frazione di secondo di meno, ma l’emozione è ugualmente indimenticabile.

Quad

Visita la Croazia in quad

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potresti vivere in questa destinazione:

Visitare il Plitvice National Park, sito Patrimonio UNESCO. È un enorme parco caratterizzato da laghi e cascate da visitare percorrendo sentieri e passerelle di legno. In alternativa si può prendere il trenino panoramico o un traghetto elettrico.

 

Visitare i villaggi di pescatori e fermarsi in una taverna a gustare il pesce o le altre specialità tipiche.

 

Passeggiare lungo le stradine dei borghi medievali e ammirare le architetture suggestive.

 

Visitare il Parco Nazionale delle Cascate Krka: si trova nella Dalmazia Settentrionale ed è uno dei più bei parchi della Croazia. Nasce ai piedi dei monti Dinara, e al suo interno si possono ammirare 7 cascate di acqua ma anche delle stupende cascate di travertino.

Cascate

Visitare le cascate di Krka

Cosa vedere

La Croazia presenta caratteristiche uniche in ogni sua area e tantissime zone naturalistiche, ma anche città, uniche da visitare. Eccone alcune:

Zagabria: è una città piena di vita e di attrazioni. Nella Città Alta iniziate a prendere confidenza con la cucina croata facendo visita al Dolac Market, coloratissimo mercato con vista sulla Cattedrale. Nella Città Bassa godetevi il sole nei tavoli all’aperto dei caffè e delle ottime pasticcerie, oppure rilassatevi come i locali nei parchi che formano il cosiddetto “ferro di cavallo verde”.

Istria: è meta privilegiata per il turismo rurale, sportivo ed enogastronomico. In quest’area ci sono anche molti borghi di grande bellezza: da Umago Pola, passando per Rovigno Parenzo, cittadine di origine romana dove perdersi per un po’ tra ciottoli e vicoli pieni di fiori, cercando gli scorci più suggestivi. Se cercate un’esperienza fuori dagli schemi, lungo le coste dell’Istria esistono ben 6 fari in cui è possibile soggiornare.

Zara (Zadar): una città che ha saputo rinascere al meglio dopo i bombardamenti subiti durante la seconda guerra mondiale. In questa città convivono cattedrali e fori romani e opere contemporanee, come il Saluto al Sole, installazione di vetro e pannelli fotovoltaici che assorbe i raggi del sole per poi trasformarli in giochi di luce la sera, e l’Organo Marino, costruito in modo che il passaggio dell’acqua nel sistema di canne produca un suono particolarissimo.

Trogir: questa cittadina è caratterizzata da edifici di pietra chiara e un centro storico tra i meglio conservati della Croazia, il tutto circondato dal mare su ogni lato. Qui potete passeggiare in un labirinto di calli in stile veneziano.

Spalato (Split): qui edifici di ogni epoca hanno finito per inglobare l’antico Palazzo dell’imperatore romano Diocleziano. Accanto alle colonne dell’antico peristilio ora troverete i tavoli dei molti caffè alla moda, e le mura di cinta sono diventate le pareti di palazzi e hotel eleganti.

Dubrovnik: considerata tra le città più belle d’Europa e soprannominata “Perla dell’Adriatico”. Imperdibile la camminata sulle antiche mura, lunghe quasi 2 chilometri, che offrono viste mozzafiato sull’intero panorama circostante raggiungendo in alcuni punti anche i 25 metri di altezza.

Dubrovnik

Dubrovnik

Cosa mangiare

La Croazia ha una varietà gastronomica molto ampia, in grado di offrire momenti di degustazione di un certo spessore.

Ogni Regione ha le sue caratteristiche e i suoi piatti tipici, derivati da influssi ungheresi, viennesi e turchi che si ritrovano nei piatti di carne e verdure e nelle specialità pasticcere delle regioni continentali, sino ai sapori mediterranei, tipicamente greci, romani e illirici, dei piatti di mare delle regioni costiere…

 

L’olio d’oliva è un altro ingrediente fondamentale della cucina croata e uno dei più importanti prodotti agroalimentari del Paese. Viene prodotto in Istria, nel Quarnero e in Dalmazia.

 

La Croazia ha anche una certa importanza dal punto di vista enologico. Ci sono numerose zone vitivinicole, come Motovun (Montona) in Istria, di Kutjevo in Slavonia o Međimurje, nella Croazia centrale.

 

Qui ti diamo qualche suggerimento di piatti tipici da assaggiare durante il tuo viaggio in Croazia:

Pašticada: si tratta di un piatto di carne che si prepara pazientemente e lungamente, a più fasi. La base è carne di manzo o di vitellone, stufata in una salsa, il tutto annaffiato con vino e prosecco, con l’aggiunta di frutta secca, solitamente di prugne, e di numerose spezie, come i chiodi di garofano, la noce moscata, l’alloro ed il pepe. Normalmente è accompagnata da gnocchi, che si cospargano con formaggio pecorino grattugiato.

 

Fiš-paprikaš è la versione con il pesce (di fiume) del paprikaš. È un ricco stufato di pesce della Slavonia e della Baranja.

La tradizione vuole che il fiš-paprikaš si prepari in un paiolo di rame nel quale si immergono vari pesci di fiume come il siluro, la carpa o il luccio, tagliati a pezzi. Poi si aggiungono la cipolla, le spezie e i condimenti che conferiscono al fiš-paprikaš il suo colore e la sua piccantezza caratteristici, la passata di pomodoro, abbondante vino bianco, gameti e uova di pesce. Si accompagna con un contorno di pappardelle fatte in casa, ma è ottimo anche servito con fette di pane casereccio.

 

Štrukli: sono una specialità della cucina tradizionale del Hrvatsko zagorje. Si propongono essenzialmente in due versioni: bolliti o al forno. In entrambe le versioni si usa un impasto di farina, sale, uovo, acqua, un cucchiaio d’aceto e uno d’olio e si riempie l’impasto di cacio vaccino, panna acida e un po’ di zucchero nella versione dolce.

Gli štrukli bolliti possono essere conditi con strutto fuso e pangrattato (oppure proposti in una ricchissima zuppa), quelli cotti al forno, prima d’essere infornati, vanno cosparsi di panna acida.

A seconda della versione sono eccellenti come antipasto, ma ottimi anche fatti a zuppa, al forno come sostanzioso e saporito secondo, oppure come merenda o delizioso dessert.

Carne

La carne è assolutamente da provare

Quando andare

Qual è il periodo migliore per visitare la Croazia?

 

In Croazia ci sono tre differenti zone climatiche.

Sulla costa prevale il clima mediterraneo. Le estati sono secche e calde, gli inverni miti e umidi.

Le temperature calano leggermente se si va verso l’interno, dove predomina il clima moderato continentale.

A altitudini superiori ai 1.200 metri prevale l’aria fresca di montagna mentre, nei mesi estivi, la temperatura oscilla intorno ai 13 °C.

 

In linea di massima il periodo migliore per visitare la Croazia è tra maggio e settembre, con una predilezione per settembre se vai in Croazia per il mare, quando l’acqua è calda, le giornate sono ancora lunghe e le temperature sono piacevoli e non afose.

Cosa mettere in valigia

Naturalmente cosa mettere in valigia per un viaggio in Croazia dipende da quali attività farai e, soprattutto, dal periodo in cui andrai.

Di seguito ti diamo solo qualche indicazione su cosa non deve assolutamente mancare.

Consigliamo in generale un abbigliamento leggero, pratico, sportivo e informale (nessun hotel richiede abiti eleganti).

In estate un golfino leggero è più che sufficiente.

Scarpe chiuse, basse, comode e con suola antiscivolo per andare a visitare i parchi

Pantalone lungo (ma leggero) e un coprispalle o qualcosa per coprirvi per visitare le tante chiesette che cospargono tutti i paesi.

Cappello per ripararsi dal sole.

Non dimenticarti la crema solare!

Per il mare portatevi un tappetino da yoga, o un materassino gonfiabile perché le spiagge sono di ciotoli e non di sabbia. Va da sé che al posto delle infradito ti consiglio vivamente scarpette da scogli.

Il phon perché è possibile che non lo troverai in camera.

Informazioni pratiche

Continente: Europa

Capitale: Zagabria

Lingua: croato, serbo. L’italiano è molto diffuso sulla costa in Istria, nel Quarnero e in Dalmazia. Nelle principali città costiere dell’Istria vige il bilinguismo (italiano e croato). Nella capitale e nei centri turistici costieri è diffuso l’inglese e, in parte, il tedesco.

Moneta: HRK – Kuna croata. Una kuna equivale a 100 lipe. È possibile cambiare la moneta estera in qualsiasi banca, cambiavalute, ufficio postale e nella gran parte delle agenzie di viaggio, degli alberghi e dei campeggi. In quasi tutti gli esercizi pubblici e nei bancomat è possibile servirsi anche delle carte di credito come Visa, MasterCard, American Express, Diners, ecc.

Corrente e prese: 220 Volt, 50 Hz. Presa Elettrica Tipo C e tipo F.

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Consigli

La Croazia è una mecca per quanti amano la carne, quindi esci a mangiare e assaggia.

Ti piace questa destinazione?

CONTATTACI PER DISEGNARE IL TUO VIAGGIO AVVENTURA E SPORTIVO PERSONALIZZATO

Lasciati ispirare da un esempio di viaggio su misura

oppure

unisciti ad un viaggio di gruppo organizzato da uno dei nostri Tour Operator Partner

4