fbpx
Top

Norvegia

Orso Polare

In questa guida turistica della Norvegia scoprirai una meta fantastica per avventure outdoor, esperienze uniche e sport in una natura meravigliosa.

La Norvegia è un Paese scandinavo, nel nord Europa, che comprende montagne, ghiacciai e profondi fiordi lungo la costa.

Sport e avventure

La Norvegia è famosa soprattutto per lo sci, ma anche per tantissimi altri sport outdoor in Europa.

L’amore dei norvegesi per la vita all’aperto è testimoniato da un termine tipicamente norvegese, friluftsliv, letteralmente “vita all’aria aperta”. Le attività di friluftsliv includono un po’ di tutto, dallo sci estremo e dall’escursionismo, l’importante è che si svolgano outdoor. È proprio una filosofia, uno stile di vita.

 

Qui ti presentiamo le attività sportive che secondo noi sono assolutamente da provare.

Nella pagina Sport trovi le schede tecniche delle attività sportive e se vuoi ricevere itinerari personalizzati che includano queste attività, scrivici. Ti prepareremo un programma di viaggio in loco che rispecchi i tuoi desideri e la tua preparazione fisica.

Canyoning: migliaia di anni di erosione hanno creato magnifiche gole e forre che aspettano solo di essere esplorate.

 

Dødsing: il nuovo sport estremo nato in Norvegia, chiamato “tuffo della morte”. Si tratta di uno stile di immersione unico per cui i sub saltano da 10 metri a gambe e braccia aperte subito prima di colpire l’acqua. La persona che osa rimanere in posizione piatta ha la vittoria.

 

Rafting: la Norvegia ha alcuni dei fiumi più belli al mondo per fare rafting, tanto che gli appassionati vengono in Norvegia da tutto il mondo. I fiumi norvegesi offrono sfide adatte a ogni livello di difficoltà. La destinazione più famosa nel paese per il rafting è Sjoa. Altre mete molto popolari sono Driva nel Trøndelag, Auster-Vefsna nel Nordland, e Voss, la “capitale degli sport adrenalici”, e Jølstra nella Norvegia dei fiordi.

 

Immersioni: grazie alla calda corrente del Golfo la temperatura dell’acqua è molto più alta di quanto potresti aspettarti a questa latitudine, quindi immergiti per vedere da vicino rare specie di pesci, aragoste e granchi reali, esplorare relitti come il Frankenwald a Gulen, vedere luminescenti lumache di mare, esplorare le marmitte dei giganti rivestite da anemoni colorate.

A Tauterryggen, nel fiordo di Trondheim, a una profondità di 39 metri, si trova una barriera corallina d’acqua fredda. Se sei fortunato puoi incontrare delle orche mentre esplori il mondo sommerso della Norvegia.

 

Mountain bike: la Norvegia è un vero paradiso per la bicicletta, con la sua morfologia del territorio così varia (alte montagne, le profonde foreste e l’aperta campagna), un’infinità di sentieri e fantastici bike park nelle stazioni sciistiche. Gli impianti di risalita porteranno te e la tua bici in un attimo sulla cima, da dove potrai scegliere tra tantissimi sentieri. Alcune tra le migliori destinazioni per MTB sono Trysil, Hallingdal, Lyngenfjord e Hafjell.

 

Arrampicata: se ti piace arrampicare, la Norvegia è un vero paradiso, in cui puoi sperimentare varie specialità come arrampicata su roccia, su ghiaccio, arrampicata sportiva, bouldering (su massi) e scrambling (fuori dai sentieri).

Dal nord al sud del paese troverai escursioni guidate di arrampicata, corsi e tracciati adatti a ogni livello.

Un ottimo punto di partenza per tante esperienze di arrampicata è la città di Åndalsnes, conosciuta come la capitale dell’arrampicata.

Puoi fare il Tour della Via-ferrata a Bergen, un’arrampicata su roccia lungo la baia in cui potrai sperimentare il pacifico paesaggio dei fiordi e divertirti salendo attraverso reti da carico, lungo un ponte di corda e scendendo poi con una zip line.

Oppure puoi fare un’escursione ad un tunnel panoramico: si scende in un pozzo alla profondità di 100 metri (50˚) e poi si cammina attraverso un tunnel fino a un’apertura nella parete della montagna a 800 metri dal suolo per ammirare un panorama mozzafiato.

Ice climbing: grazie alla sua conformazione in Norvegia è facile trovare pareti di ghiaccio dove arrampicare quasi tutto l’anno.

 

Escursionismo: sentieri per tutti i livelli immersi nella natura selvaggia e incontaminata. Puoi anche scegliere di venire quando il paesaggio si tinge di rosso, giallo e arancione a fine estate e in autunno.

 

Surf e Wind-surf: molte località nel Paese offrono condizioni magnifiche per il surf e onde che non hanno nulla a invidiare a quelle di Bali e delle Hawaii: da Larvik al sud, via Jæren e Stadtlandet a ovest, fino alle Lofoten al nord. Inoltre immagina di fare surf con montagne alte 1000 metri come sfondo oppure una spiaggia coperte di neve.

 

Paracadute e Parapendio: Durante i cinque minuti di caduta libera e di volo con paracadute puoi goderti la splendida vista del fiordo di Oslo e delle isole.

Indoor SkyDiving: prima di lanciarti in un volo reale, puoi fare una prova indoor per sperimentare cosa si prova, ma in un ambiente controllato.

 

Sci, snowboard e snowkite: immaginati la discesa su una lunga pista innevata con vista magnifica su fiordi e montagne – indossando solo una t-shirt. Sì, perché in Norvegia puoi goderti la magia dell’inverno in piena estate a Stryn Summer Ski Center, Galdhøpiggen Summer Ski Center e FONNA Glacier Ski Resort, nell’Hardanger.

Le due stazioni sciistiche di Myrkdalen Mountain Resort e Voss Resort, invece, hanno 70 chilometri di piste e 20 impianti di risalita, oltre ad aree perfette per il fuori pista.

La Norvegia offre in generale numerose piste di diversa difficoltà, oltre a snow park dove divertirsi su rails e trampolini, oltre ad escursioni guidate sul ghiacciaio.

 

Speleologia: alcune sono come cattedrali dentro la montagna, altre sono lunghe e strette, in alcuni casi così anguste che devi procedere carponi o strisciando, tutte sono decisamente ricche di fascino. Nelle grotte si possono trovare sedimenti, stalattiti e stalagmiti, resti di animali e piante, particolari microrganismi e tracce dei primi uomini, come l’uomo di Neanderthal. Nel corso del tempo tante sono state utilizzate per l’allevamento di animali o per le sepolture, oppure come ripari, ad esempio durante la Seconda Guerra Mondiale. In altre grotte, come Kollhellaren alle Lofoten e Solsemshula a Leka nel Trøndelag, si possono anche vedere antiche pitture rupestri.

 

Bungee jumping: puoi farlo sopra un fiordo, una cascata o una valle.

 

Zip Line: devi solo scegliere il paesaggio che preferisci: città, foresta, fiordo o montagna, e partire! La zip line più lunga della Norvegia si trova nel pittoresco villaggio di Flåm. Con i suoi 1.381 metri è anche la più lunga di tutta la Scandinavia e raggiunge una velocità massima di 100 chilometri all’ora.

A Oslo puoi provare la zip line Kollenvsvevet al trampolino di salto di Holmenkollen. Scopri come si sente chi si lancia con gli sci dalla cima della torre di salto.

 

Cani da slitta e motoslitta: prova a fare il musher e a condurre la tua muta di cani, per una breve escursione o per un’avventura di alcuni giorni. Scopri il vero paradiso invernale a Røros, o nelle fantastiche destinazioni artiche della Norvegia settentrionale, come Tromsø, Alta e Kirkenes o immagina di fare una corsa in slitta o in motoslitta nello straordinario paesaggio delle Svalbard.

Niente neve? Nessun problema! Anche in estate si può fare un’uscita di sleddog su ruote.

 

Ciaspolata: una guida esperta ti accompagnerà in posti incredibili, da togliere il fiato, come la Norvegia dei fiordi o percorsi escursionistici classici in Norvegia come a Trolltunga, Kjerag, e Preikestolen (il Pulpito).

 

Kayak e canoa: la Norvegia è un vero paradiso per andare in canoa e kayak incorniciati da paesaggi fiabeschi. Puoi pagaiare su un lago nella foresta, un laghetto glaciale, o uno specchio d’acqua nelle grandi città. Oppure andare in canoa sotto il sole di mezzanotte in estate, o al cospetto dell’aurora boreale in inverno.

Escursioni con vista sui fiordi

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potresti vivere in questa destinazione:

Vedere danzare l’Aurora boreale: tra fine settembre e fine marzo nella Norvegia settentrionale fa buio dal primo pomeriggio fino a tarda mattina ed è più frequente che in cielo compaia l’aurora boreale. Questa zona della Norvegia, con le sue innumerevoli isole, i profondi fiordi e le montagne impervie, è tra i posti più belli e interessanti per vedere l’aurora boreale.

 

Prendere il sole di mezzanotte: il sole di mezzanotte è un fenomeno naturale che si verifica durante l’estate intorno al Circolo Polare Artico, inclusa quindi la Norvegia settentrionale. Le Svalbard sono il luogo della Norvegia in cui il sole di mezzanotte si verifica per un periodo più lungo. Qui il sole non tramonta mai da 20 aprile al 22 agosto.

 

Navigare tra i fiordi: i fiordi, oltre ad essere patrimonio UNESCO, sono il simbolo tipico della bellezza della Norvegia. Assomigliano a laghi, ma di acqua salata. Sono bracci di mare che si insinuano spesso molto profondamente nell’entroterra, sovrastati su entrambi i lati da maestose montagne. Ci sono più di mille fiordi in Norvegia, lungo tutta la costa, ma la maggior parte di quelli più “instagrammabili”, come il Nærøyfjord, il Sognefjord, il Lysefjord e il Geirangerfjord, si trovano nella zona della Norvegia dei Fiordi.

 

Ammirare le cascate: Secondo il World Waterfall Database 10 tra le prime 30 cascate più alte del mondo si trovano in Norvegia. Molte si tuffano dalle montagne nei fiordi mentre altre si sono formate lungo il corso dei fiumi, ma tutte costituiscono una parte integrante del paesaggio norvegese. Il momento ideale per ammirarle è a maggio e giugno, quando iniziano a sciogliersi il ghiaccio e la neve delle montagne e la portata d’acqua è al suo massimo.

 

Visitare i ghiacciai: ghiacciai imponenti come lo Jostedalsbreen ti fanno sentire piccolo di fronte alla natura e possono essere tanto temibili quanto magnifici. Camminare su un ghiacciaio in Norvegia è un’esperienza indimenticabile, una vera avventura. Sono stati i ghiacciai dell’Era glaciale a scavare i caratteristici fiordi, le valli e le ripide montagne della Norvegia. Ora sono rimasti i resti di questi ghiacciai preistorici.

 

Vedere le balene: ogni anno arrivano lungo le coste norvegesi i cetacei e si mettono in mostra per i turisti e la gente del posto. In Norvegia si avvistano lungo la costa delle Vesterålen durante tutto l’anno. Il cetaceo più comune da avvistare in estate è il capodoglio, ma con un po’ di fortuna si possono vedere anche globicefali, balenottere minori, megattere, delfini e orche. In inverno potrebbero fare la loro comparsa anche le balenottere comuni. Alle isole Svalbard potresti essere così fortunato da avvistare il più grande cetaceo della terra, la balenottera azzurra.

 

Avvistare gli orsi bianchi: le Svalbard sono il regno dell’orso polare.

La stagione migliore per vedere gli orsi durante un’escursione in motoslitta è tra marzo e aprile. Se preferisci invece osservare gli orsi bianchi dal bordo di una barca, le crociere partono a luglio, quando la maggior parte del ghiaccio sulla banchisa si è sciolto e l’habitat degli orsi si riduce notevolmente.

 

Cenare sott’acqua: a Lindesnes potrai cenare tra le creature del mare all’Under, il ristorante sottomarino più grande al mondo.

Ristorante Under

Cenare sott'acqua al Ristorante Under

Cosa vedere

La Norvegia presenta tantissime zone naturalistiche, ma anche città bellissime. Eccone alcune:

Oslo: nella capitale puoi sperimentare cibo eccellente, musica e musei, momenti di quiete nella foresta, e un tuffo rinfrescante nel fiordo, arte, architettura, …

Inoltre Oslo offre tante esperienze verdi, sia che tu abbia voglia di nuotare, andare in kayak o fare island hopping, rilassarti in un bel parco oppure camminare, andare in bici o sciare nella foresta. E quando ti è capitato in una grande città di trovare fattorie urbane e un’autostrada riservata alle api?

 

Bergen: è la capitale dei fiordi, con case abbarbicate sui fianchi delle colline, stretti vicoli acciottolati e attrazioni famose in tutto il mondo, come il pittoresco quartiere del porto con la fila di antichi edifici in legno di diversi colori.

 

Bryggen, “il porto anseatico” Patrimonio UNESCO, è la testimonianza più evidente dei tempi in cui Bergen era il centro dei commerci tra la Norvegia e il resto dell’Europa.

Oggi le case del porto ospitano un museo, negozi, gallerie e ristoranti, e sono un punto di riferimento molto popolare sia per gli abitanti sia per i visitatori.

Chi ama il pesce – o diciamo più in generale chi ama il cibo – ha un sacco di motivi per apprezzare Bergen, che è una Città della Gastronomia UNESCO.

 

Tromsø: la capitale artica, da settembre a marzo accoglie molti visitatori che vengono a vedere l’aurora boreale. Da fine maggio a fine luglio invece il sole di mezzanotte rende possibile partecipare a varie attività ventiquattr’ore al giorno.

Tromsø offre magnifiche opportunità di praticare attività all’aria aperta come pesca, kayak e whale watching. Tra le attrazioni più famose ci sono la Cattedrale artica, il centro esperienziale Polaria, e il Museo Polare.

Inoltre Tromsø è nota per la vivace vita notturna e la scelta di ristoranti specializzati in ingredienti freschissimi dell’Artico.

 

La regione di Stavanger: splendidi fiordi, spiagge bianche e una scogliera degna di un film. A Stavanger e Sandnes troverai anche una vivace scena culturale e ristoranti innovativi.

Oltre alla spiaggia di Sola, famoso è il Preikestolen (il Pulpito), un punto panoramico che svetta a 604 metri sopra il Lysefjord, utilizzato anche come location per una scena adrenalinica nel film “Mission: Impossible – Fallout”. Stavanger è una vivace cittadina universitaria. Gusta l’ottima cucina, vai in cerca di occasioni per lo shopping e ammira la straordinaria street art prima di fare una passeggiata tra le case in legno meglio conservate d’Europa nella zona della città vecchia, Gamle Stavanger.

 

Trondheim: fai una passeggiata per le strade acciottolate di Trondheim lungo cui sono allineati negozi di nicchia, esplora attrazioni famose come la cattedrale di Nidaros e il Palazzo dell’Arcivescovo e assapora le prelibatezze locali nei molti ristoranti della città.

Con la presenza di circa 40.000 studenti a Trondheim c’è sempre qualcosa di divertente da fare. Puoi ascoltare musica dal vivo o andare in cerca di occasioni nei molti negozi di nicchia negli affascinanti quartieri della città.

 

Kristiansand: immagina una città con palme lungo la spiaggia, circondata da migliaia di isole. Sì, sei in Norvegia!

Il modo perfetto per iniziare a esplorare Kristiansand è partire dal vecchio porto del pesce Fiskebrygga, che negli ultimi anni si è trasformato in una vivace zona di ristoranti.

Nel centro città, chiamato Kvadraturen, troverai più di 400 negozi e tantissimi accoglienti caffè e ristoranti. Ricorda di guardare il programma dei festival  qui si svolgono ogni anno centinaia di eventi.

Un altro must è una gita in barca a una vecchia comunità costiera, come Ny-Hellesund o Bragdøya.

Di ritorno sulla terrafermala spiaggia Bandiera Blu di Bystrandra è da consigliare, sia per una nuotata in estate sia per una passeggiata in inverno.

 

Ålesund e Sunnmøre: dove montagne e fiordi incontrano l’oceano. Scia, fai un’escursione, ammira l’architettura in stile art nouveau della città, esplora i fiordi oppure rilassati e goditi il panorama.

La città di Ålesund gode di una posizione unica che si estende tra diverse isole nell’Oceano Atlantico, ed è nota per essere stata ricostruita in stile art nouveau nel 1904, dopo un incendio che la rase al suolo. Oggi la città è il centro culturale della regione, e vanta numerosi festival, tra cui quello del teatro, quello sulla nuova letteratura norvegese, il Norwegian Food Festival e festival musicali e artistici come lo Jugendfest e il Trandal Country Festival.

Trondheim

Trondheim all'alba

Cosa mangiare

Negli ultimi anni c’è stata una rivoluzione culinaria sia nei ristoranti che nelle case norvegesi, con un aumento nel consumo di prodotti locali e biologici: agnelli e capre che pascolano nei prati in periferia lungo la costa e sulle montagne; un clima freddo e in gran parte incontaminato, ideale per la coltivazione di frutta, bacche e verdure, senza l’uso di pesticidi; fattorie e piccole aziende agricole che producono latte, formaggio e carne di manzo in ambienti sani, virtualmente liberi da malattie e soggetti a leggi severe per quanto riguarda il benessere degli animali; e per ultimo, ma sicuramente non meno importante, la lunga costa dalle antiche tradizioni nei frutti di mare.

Tra i piatti più tipici troviamo:

 

tørrfisk, lo stoccafisso: non viene salato ma asciugato al vento e al sole su gigantesche rastrelliere di legno alle Lofoten e in altre zone della Norvegia settentrionale. Puoi gustarlo grigliato, lessato o al forno. Sotto forma di sottili fettine essiccate il tørrfisk è uno snack sano e popolare.

 

Una variante è il Lutefisk: stoccafisso trattato con acqua e soda caustica. Il gusto è migliore di quanto si possa pensare 😉 É un tipico piatto di Natale in Norvegia, servito con pancetta e acquavite.

 

Formaggi: il Gamalost (ha l’aspetto del pane) o il Pultost (sembra risotto) sono formaggi fati con latte scremato cagliato. Il formaggio marrone invece è un vero e proprio tesoro nazionale.

 

Piatti a base di pecora: un piatto dell’antica tradizione è il Smalahove, cioè la testa di pecora e sopravvive specialmente nella Norvegia dei fiordi. Se vuoi alzare il livello della sfida vai in uno dei locali che servono come contorno … ‘i gioielli’ della pecora. Un altro piatto molto popolare e meno sfidante è lo stufato di agnello fårikål.

Un piatto tipico del Natale è il pinnekjøtt, costolette di montone salate ed essiccate.

 

La selvaggina norvegese è davvero superba, inoltre nella cultura sami si utilizzano tutte le parti della renna, compreso il cuore, che viene spesso servito affumicato o essiccato.

 

Piatti a base di pesce: la lingua di merluzzo fritta è considerata una prelibatezza, come il pesce fermentato, come ad esempio Rakfisk, la trota fermentata e questo piatto ha perfino il proprio festival: l’annuale Norsk Rakfiskfestival. Alcuni pesci possono essere fatti fermentare per anni, con tanto di sangue e interiora.

Invece il gravlaks è salmone marinato, anziché fermentato, e ha un gusto più delicato.

Altro piatto tipico sono le uova di merluzzo fritte o affumicate, l’aringa in salamoia, sursild, i ricci di mare, olio di fegato di merluzzo, alghe marine, e cervello di scorfano atlantico.

Pinnekjøtt

Pinnekjøtt, piatto della tradizione natalizia

Quando andare

Qual è il periodo migliore per visitare la Norvegia?

 

Grazie alle acque temperate della Corrente del Golfo la Norvegia ha un clima molto più mite di altre parti del mondo alla stessa latitudine come Alaska, Groenlandia e Siberia. Le zone più fredde in inverno sono spesso nell’entroterra o all’estremo nord.

Il clima in Norvegia varia molto da zona a zona del Paese e ci possono essere grandi variazioni anche all’interno della stessa regione. In generale le aree costiere hanno di solito inverni relativamente miti (tuttavia con nevicate e ottime condizioni per sciare sulle montagne), mentre le zone interne presentano inverni freddi con nevicate abbondanti ed estati calde e asciutte.

Vediamo stagione per stagione:

 

Primavera: nei mesi di marzo, aprile e maggio le giornate si allungano e il tempo è più mite in tutto il paese. La neve che si scioglie crea ovunque cascate naturali, che insieme allo sbocciare dei fiori – come pure delle persone – rendono la primavera in Norvegia davvero straordinaria.

 

Estate: nei mesi di giugno, luglio e agosto le giornate sono lunghe e le notti brevi, o perfino inesistenti a nord del Circolo polare artico dove regna il sole di mezzanotte. Il clima dell’estate norvegese è spesso piuttosto stabile e le temperature sono piacevoli sia nell’entroterra sia lungo la costa.

 

Autunno: nei mesi di settembre, ottobre e novembre le giornate si accorciano, l’aria è più frizzante, i cibi più nutrienti e i colori più brillanti. L’autunno è la stagione ideale per un city break – che in Norvegia può facilmente includere sia un’escursione in montagna sia una calda spa.

 

Inverno: l’inverno è fatto per divertirsi! Anche se le giornate sono più corte puoi andare a sciare o provare tante altre divertenti attività all’aria aperta. Nell’Artico ti aspettano balene e aurore boreali. “La stagione dei Vichinghi” ti offre anche la possibilità di vivere l’esperienza dei fiordi senza folla.

Cosa mettere in valigia

Naturalmente cosa mettere in valigia per un viaggio in Norvegia dipende da quali attività farai e, soprattutto, dal periodo in cui andrai.

Di seguito ti diamo solo qualche indicazione su cosa non deve assolutamente mancare.

Consigliamo in generale un abbigliamento pratico, sportivo e informale.

In questo Paese è molto importante vestirsi a strati in tutte le stagioni, per affrontare i cambi di temperatura.

Inoltre, porta almeno un giubbino caldo, un impermeabile e/o un ombrello e scarpe comode in qualunque stagione.

Se viaggi d’inverno avrai bisogno di cappotto, sciarpa, guanti e scarpe calde o scarponi.

In autunno e in primavera, si consiglia di portare pantaloni impermeabili e stivali.

D’estate puoi viaggiare leggero, ma ricorda che anche le serate e le notti estive possono essere fredde, soprattutto in montagna.

Informazioni pratiche

Continente: Europa

Capitale: Oslo

Lingua: norvegese. La maggior parte dei norvegesi parla un discreto inglese, soprattutto i più giovani.

Moneta: NOK – Kroner – Corona norvegese

Corrente e prese: 220 Volt, 50 Hz. Presa standard europeo continentale.

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Consigli

Più che un consiglio, questa volta ti raccontiamo una curiosità relativa al concetto di outdoor, la friluftsliv, che in Norvegia è un vero e proprio stile di vita:

 

La friluftsliv ha una propria legge, Friluftsloven, che include il diritto d’accesso.

In Norvegia ci sono numerosi asili outdoor (friluftsbarnehager), in cui i bambini trascorrono all’aperto l’80% del tempo.

Molti norvegesi cercano un partner che ami l’attività e non è insolito che al primo appuntamento si faccia un’escursione o un giro in bici.

In Norvegia ci sono delle specie di “librerie” statali in cui puoi prendere in prestito l’attrezzatura per l’outdoor.

L’Associazione Trekking Norvegese (DNT) ha più di 260.000 associati. Tutti gli anni i volontari lavorano oltre 550.000 ore per fare manutenzione ai 550 rifugi della DNT, segnare i sentieri, organizzare escursioni e così via.

In Norvegia puoi prendere una laurea triennale in friluftsliv.

Ti piace questa destinazione?

CONTATTACI PER DISEGNARE IL TUO VIAGGIO AVVENTURA E SPORTIVO PERSONALIZZATO

Lasciati ispirare da un esempio di viaggio su misura

oppure

unisciti ad un viaggio di gruppo organizzato da uno dei nostri Tour Operator Partner

DATE DA DEFINIRE

4