fbpx
Top
  >    >  Bungee Jumping

Bungee jumping

Bungee jumping

Il bungee jumping è uno sport per veri 7R Insider!

Adrenalina a mille, sfida alla forza di gravità e superamento dei propri limiti sono le tre caratteristiche principali del bungee jumping.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta

COME FUNZIONA

Il bungee jumping consiste nel lanciarsi nel vuoto da una base molto più elevata rispetto al suolo, per esempio un ponte, con una particolare imbragatura alle caviglie a cui è legata una corda elastica fissata al punto di lancio.

Ti consigliamo di arrivare al luogo del salto circa un’ora prima del lancio, così avrai il tempo di assistere a lanci di altre persone, prendere confidenza con l’istruttore e fare il briefing con calma.

 

Prima del salto vieni pesato, così che gli operatori possano settare l’attrezzatura correttamente.

A questo punto gli operatori ti imbragano e ti accompagnano sulla pedana.

 

Il lancio avviene in avanti, con la faccia rivolta verso la caduta e braccia aperte.

Ora inizia la caduta libera, che avrà diversa durata e velocità in base all’altezza del punto di lancio e alla lunghezza dell’elastico.

Ricordati di respirare, rilassati, anche se sembra impossibile, allunga le braccia, piega le ginocchia e goditi la sensazione di caduta libera finchè dura.

Sì perché avrai circa 2 secondi prima che l’elastico arrivi alla massima tensione e ti tiri in su.

A questo punto rimbalzerai due o tre volte, rallentando ogni volta la caduta fino a penzolare.

Per evitare di rimanere a testa in giù, risali sulla corda aggrappandoti ai nodi fino ad arrivare a tenerti alle maniglie e restare in verticale, mentre aspetti che ti calino o ti tirino su. Nel frattempo ripensa all’esperienza pazzesca che hai appena provato!

QUANDO E DOVE ANDARE

Il bungee jumping si può provare ovunque ci sia una piattaforma attrezzata su un ponte, ma ci si può lanciare anche da una mongolfiera, o da un elicottero 😉

I migliori spot dove saltare sono quelli dove vale la pena godere del panorama circostante, come ad esempio:

1)    Zimbawe – Fiume Zambesi sulle Cascate Vittoria: 80 metri di caduta libera su 111 metri di altezza dal ponte delle Cascate Vittoria proprio sul confine tra Zimbawe e Zambia, contornato dal suono tumultuoso dell’acqua che scroscia

2) Nuova Zelanda: la Mecca del bungee jumping. Tra i numerosi spot, ti segnaliamo quello sul fiume Nevis, nel Queensland, per un’altezza di 134 metri e circa 8,5 seconds di caduta libera in cui sei circondato dalle Remarkables and Hector Mountains e dal Old Woman Range.

3) Bulgaria – Belogradchik: un salto da una mongolfiera sono due esperienze in una, anzi direi tre esperienze se contiamo il paesaggio delle montagne balcaniche.

 

Contattaci per un itinerario personalizzato nei migliori luoghi dove praticare questo sport.

ADRENALINA/7R

La % minima di 7R richiesta per questa attività è

                 100%

DOCUMENTI E REQUISITI

Il bungee jumping è uno sport inclusivo, accessibile, che può essere provato anche da persone con mobilità ridotta, amputati o con paralisi parziale.

 

L’importante è essere in una generale buona forma fisica.

 

Ci sono alcuni casi in cui non è possibile praticare questo sport, nemmeno una sola volta, come ad esempio per chi soffre di certe affezioni o patologie, come cardiopatie, ipertensione, danni alle articolazioni o allo scheletro, …

Ti invitiamo a verificare con il tuo medico la possibilità di fare il lancio prima della prenotazione e controllare la policy del centro.

Non è possibile fare bungee jumping nemmeno per le donne incinta.

Inoltre non può assolutamente effettuare il lancio chi è sotto l’influsso di droga e alcool.

 

Alcuni centri pongono limiti anche di peso minimo e di età minima, ma le regole variano da centro a centro.

Generalmente il peso minimo è circa 35/40 kg e quello massimo circa 145/150kg.

ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

L’attrezzatura necessaria al lancio è fornita dal centro dove si effettua il lancio e consiste in:

Elastico: fatto di materiale da alpinismo omologato e materiale specifico da bungee, fissato al saltatore tramite 2 cavigliere. È costituito da una piattina (una striscia di venti fili di lattice incollati) passata circa cinquanta volte tra due anelli; una seconda serie di piattine viene poi applicata alla prima, per rinsaldare la corda.

L’elastico può estendersi fino al 650% della sua lunghezza iniziale e pesa all’incirca 50 kg.

A seconda del peso del lanciatore viene utilizzata una corda diversa.

 

Corda di sicurezza: corda da alpinismo ad alta resistenza agli strappi parallela all’elastico e legata al saltatore tramite un imbraco da alpinismo.

 

Imbracatura: è composta da cavigliere e imbrago da alpinismo. Le cavigliere sono di tessuti ad alta resistenza, fissati tramite velcro e munite di strisce che consentono l’aggancio, tramite moschettoni, all’elastico. L’imbrago d’alpinismo invece viene fissato al bacino e al torace e serve solo da attacco alla corda di sicurezza.

 

Casco: alcuni centri richiedono anche di indossare il casco, ma non è obbligatorio.

 

A te non resta che equipaggiarti di scarpe comode e sportive.

LA DESTINAZIONE IDEALE PER QUESTA ATTIVITA' SPORTIVA

CONTATTACI PER DISEGNARE IL TUO VIAGGIO SPORTIVO E AVVENTURA PERSONALIZZATO

Chiama ora: +39 3492701273

Chatta su Whatsapp: +39 349 2701273

Chatta su Messenger: @7RTravel

Scrivi una e-mail: info@7rtravel.com