fbpx
Top

Svizzera

Svizzera

La Svizzera è un piccolo Stato nel cuore dell’Europa caratterizzato da vallate ricoperte di boschi e vette alpine innevate, località vip e piccoli paesi. Famosa per il cioccolato, gli orologi, le banche e la precisione della sua popolazione.

I bellissimi laghi, i centri termali, le stazioni sciistiche di lusso rendono la Svizzera una delle mete turistiche più ricercate.

Sport e avventure

Ecco quali sono le attività sportive e le avventure che ti consigliamo di provare in questa destinazione.

Per maggiori dettagli sugli sport clicca qui.

  • Escursionismo: provate il sentiero del Giura, il più antico sentiero a lunga percorrenza della Svizzera, che unisce Zurigo al Lago Ginevra in 16 giorni. Passerete in luoghi straordinari, come l’anfiteatro roccioso Creux du Van, avrete una veduta a perdita d’occhio sulle Alpi e potrete riposarvi nei vari rifugi lungo il cammino per provare la tradizionale ospitalità.
  • Bicicletta e mountain bike: spettacolari single trail fra le Alpi, magari attraversando tutta la Svizzera da un punto all’altro lungo le Prealpi. Enduro, All Mountain oppure Tour, anche di più giorni, in Svizzera non mancano soluzioni, qualsiasi siano le tue preferenze.
  • Trail running: in Svizzera potete trovare oltre 65.000 chilometri di sentieri tracciati per il trail running, lungo un ghiacciaio, su un sentiero in cresta, da un lago di montagna all’altro, …
  • Parchi avventura: arrampicarsi sugli alberi, lanciarsi con le liane, zipline, corde, passerelle, …tutto quello che desiderate è presente nei numerosi parchi avventura in Svizzera (ce n’è uno anche indoor). Provate il primo parco con funi sospese con 34 piattaforme e 31 passaggi fissi, mobili o sospesi.
  • Arrampicata e ferrate, su roccia, ghiaccio e pareti artificiali: ce ne sono per tutti i gusti. Una ferrata molto particolare, ad esempio, prevede anche l’attraversamento di un ponte di corde lungo 65 metri e la scala che ruota di 540°, alta 20 metri.
  • Trekking sul ghiacciaio: con l’aiuto di una guida esperta vi immergerete in un paesaggio innevato mozzafiato.
  • Parapendio: nella zona del Ticino, o sul lago di Ginevra, o sopra Locarno o tra le montagne di Crans Montana, Interlachen, il Vallese, lo Jura, il Grigione, Alpstein, sono tutte zone dove, oltre a godervi il volo, godrete di un meraviglioso panorama.
  • Canyoning: per tutti i livelli di adrenalina. Ce n’è uno tecnicamente facile ma spettacolare a livello di panorama: 321 gradini conducono alla gola. Qui vi attende un canyon in cui ci si sposta nuotando o lasciandosi scivolare nella gola della Viamala. Le rocce raggiungono addirittura 300 metri di altezza.
  • Rafting: mettetevi alla prova, per esempio su un fiume veloce e stretto come il Landquart. L’azione inizia subito, dopo qualche pagaiata ecco le prime rapide, e via di velocità!
  • Sci e snowboard: più di 200 comprensori sciistici offrono ampie piste, ripidi corridoi, enormi halfpipe.
  • Ciaspolate: passeggiate con le racchette da neve per qualsiasi livello di difficoltà e paesaggio. Provate quella al chiaro di luna con vista sul Lago Maggiore dall’alto.
  • Corse in slitta: scendendo lungo le piste per slitte tornerete bambini.
  •  E poi SUP, wind surf, canoa, kayak, elisci, …
Sci

Sport invernali

Esperienze

Ecco alcune delle esperienze uniche ed emozionanti che potreste vivere in questa destinazione:

  • Vedere la ferrovia Albula-Bernina, Patrimonio Unesco, completata nel 1910, è una delle tratte ferroviarie più spettacolari del mondo.
  • Prendere il Glacier Express, un treno turistico panoramico che collega in 8 ore St. Moritz a Zermatt, passando attraverso strette gole, ampie vallate e regalando panorami magnifici sulle Alpi svizzere.
  • Prendere il Trenino Rosso del Bernina, ufficialmente Bernina Express, Patrimonio Unesco, che collega Tirano a St. Moritz passando attraverso scenari da favola a cavallo tra la Svizzera e l’Italia raggiungendo un’altitudine massima di oltre 2.200 mt in corrispondenza del Passo del Bernina.
  • Andare alla scoperta di castelli svizzeri e fortezze lungo le sponde dei laghi o appollaiati su speroni rocciosi, come il Castello di Chillon a Montreaux, costruito contro un pendio su un isolotto roccioso del lago di Ginevra; oppure Sion con i suoi castelli duecenteschi arroccati sopra i vigneti.
  • Visitare i caseifici e imparare a fare il famoso formaggio svizzero.
  • Visitare una fabbrica di cioccolato con laboratorio interattivo.
  • Fare un workshop sugli orologi.
  • Salire con il treno a cremagliera della Jungfrau, soggiornando nelle due storiche località di Wengen e Murren.
  • Fare un bagno alle terme di Baden, già famose ai tempi dei legionari romani. Dalle 18 sorgenti solforose del luogo sgorgano quasi un milione di litri di acque termali ricche di minerali, a una temperatura di 47° C.
Trenino rosso

Il Trenino Rosso del Bernina in uno dei suoi paesaggi tipici

Cosa vedere

La Svizzera offre un lungo elenco di luoghi che vale assolutamente la pena visitare. Eccone alcuni:

  • Berna è famosa per le sue banche più che per i suoi musei ed è anche un’area molto sviluppata dal punto di vista industriale, con la produzione di meccanica di precisione, orologi, medicinali, formaggi, cioccolato e birra. Visitate il borgo antico, sul fiume Aar con vista sui ghiacciai alpini. Non perdete la Torre dell’Orologio detta “Zytglogge”, Patrimonio Unesco.
  • Zurigo, fulcro industriale e commerciale della Svizzera, oltre che il più importante centro finanziario. Ma riserva anche molte sorprese a livello architettonico, come l’ultima opera realizzata dal grande architetto Le Corbusier, che si trova in posizione incantevole in riva al Lago di Zurigo. Vi consigliamo anche la scoperta dei quartieri periferici della città sulla Limmat con un giro in e-bike. Fate una sosta culinaria in uno dei famosi ristoranti della città.
  • Ginevra, Sion, Zermatt e Verbier sono solo alcune delle mete più famose della Svizzera. Ginevra è una località dal fascino cosmopolita e internazionale che ospita le sedi di importanti istituzioni come le Nazioni Unite, la Croce Rossa e l’Unicef ed è per questo nota come la “Città della Pace”. Nyon e Sion sono invece piccole cittadine con centri storici antichi.
  • Basilea: i famosi musei di Basilea, la cattedrale, la fontana Tinguely sono facilmente raggiungibili in e-bike, il miglior modo per andare alla scoperta della città. Ma andate anche a scovare quegli angoli della città in cui si nascondono graffiti e street art di artisti nazionali e internazionali. Per comprendere appieno lo spirito di Basilea bisogna aver nuotato almeno una volta nel Reno, nel centro città.
  • Losanna è la capitale della Great Wine Capitals Global Network (GWC), la rete che unisce dieci grandi città internazionali con regioni viticole famose in tutto il mondo. Quindi il modo migliore per conoscere Losanna è attraverso le sue cantine e wine bar. Ma dopo le 22 fatevi trovare alla torre campanaria della cattedrale gotica, in cima al colle della città vecchia, dove il guardiano della torre, ogni notte dalle 22 alle 2, annuncia le ore in un modo particolare: nell’alta torre a 75 metri di altezza, lancia un proclama secondo la trazione medievale di ormai 600 anni: «Hört, ihr Leut’ und lasst euch sagen, die Uhr, die hat zehn geschlagen…» («Udite gente, aprite gli orecchi, l’orologio ha battuto i dieci rintocchi…»).
  • Lucerna: città storica che ospita il Lago dei Quattro Cantoni, o Lago di Lucerna, visitabile grazie ad una crociera a bordo di uno dei battelli a vapore.
  • Augusta Raurica: sembra di fare un viaggio a ritroso nel tempo. Si tratta di un insediamento con due mila anni di storia sulla riva meridionale del fiume Reno. Il nome deriva dalla popolazione celtica dei Raurici e all’imperatore romano Augusto. Gli scavi archeologici, ottimamente conservati grazie al fatto che in questa area non sorse nessun’altra città, danno uno spaccato della vita ai tempi della nascita di Cristo.
  • E poi alcune città più piccole meritano di essere visitate, come Bellinzona, per i famosi castelli patrimonio Unesco, Coira, con la sua importante storia, Neuchâtel e il lago omonimo, e Sciaffusa, dal quale si ammirano le cascate del Reno.
Berna

Berna by Night

Natura

Sicuramente la Svizzera è conosciuta in tutto il mondo per le sue maestose montagne, tra le più apprezzate al mondo da sciatori e alpinisti, come il Cervino, oppure Eiger, Mönch e Jungfrau.

L’altitudine media è di circa 1700 metri slm e un centinaio di vette raggiunge o supera i 4000 metri, come la Cima Dufour (4634 metri), seguita dal Dome des Mischabel (4545 metri),

I fiumi della Svizzera sono tra i più importanti d’Europa: il Reno e il Rodano. Entrambi nascono nel massiccio del San Gottardo. Dal San Gottardo, nascono anche il Ticino, la Reuss, e l’Aare. Dal Bernina nasce infine l’Inn.

La Svizzera vanta inoltre ben 1484 laghi. I più estesi sono il lago di Ginevra e quello di Costanza o Bodensee e poi c’è il lago dei quattro cantoni.

Laghi alpini

Uno dei numerosi laghi alpini

Enogastronomia

La Svizzera ha una cucina molto variegata e ogni regione ha una propria specialità.

Nel San Gallo, il piatto nazionale è il ribelmais, una specie di polenta, con il lavarello del Lago di Costanza;

a Zurigo si serve lo spezzatino di vitello;

nel Canton Ticino sì può gustare la polenta con la luganega, un tipo di salsiccia.

nel Vallese si assaggia la raclette;

in Engadina si cucina il rösti al forno, preparato con pezzi di carne o pancetta abbrustoliti sulla brace dei camini e le patate, il tutto insaporito con erbe aromatiche. Un’altra specialità è la torta di noci di pasta frolla, con un ripieno di noci, panna e miele.

I Grigioni sono famosi per i capuns, una specie di involtini di verdura e carne, avvolti con foglie di bietola. Poi c’è la carne di manzo essiccata con una miscela di spezie e fatta stagionare per tre o quattro mesi, da gustare affettata e accompagnata dal Merlot del Canton Ticino.

Per non citare cioccolato e formaggio svizzero.

Cioccolato

Il cioccolato svizzero è famoso in tutto il mondo

Quando andare

Si può visitare la Svizzera in qualsiasi periodo dell’anno.

L’estate va approssimativamente da giugno a settembre e offre il clima ideale per camminare in montagna o avventurarsi nella scalata delle cime.

Per chi ama la montagna, lo sci e in generale gli sport invernali, le località turistiche alpine vengono aperte alla fine di novembre e chiudono quando la neve comincia a sciogliersi, generalmente in aprile.

Se invece si vogliono ammirare i paesaggi verdi e la natura, le stagioni migliori sono la primavera e l’autunno.

Cosa mettere in valigia

La vostra valigia per un viaggio in Svizzera dipende dalle mete e, soprattutto, dal periodo.

Abbigliamento comodo e caldo per la stagione invernale, senza dimenticare scarpe adatte per le camminate.

Nella bella stagione, abiti leggeri e sportivi.

Le città sono abbastanza calde nella stagione estiva, mentre le mete alpine alternano giornate di sole intenso a giornate piovose e fredde, quindi non bisogna dimenticare la giacca a vento impermeabile.

Portate sempre, anche d’estate, un maglione caldo, da usare se le temperature si abbassano ma anche per le passeggiate in quota.

Informazioni pratiche

Lingua: Italiano, Tedesco, Francese e Romancio

Moneta: Franco svizzero – CHF – ₣

Capitale: Berna

Per informazioni aggiornate e dettagliate visitare www.viaggiaresicuri.it

Qualche consiglio

Non tornate a casa senza un coltellino svizzero! È un piccolo oggetto che contiene in sé molti attrezzi, come il coltello, lo stuzzicadenti, le forbici, le pinzette, un apribottiglie, il cacciaviti, …il numero di attrezzi dipende dal modello. Un vero multiuso indispensabile durante qualunque escursione.

4